REAL FAQ - Risposte alle domande più  frequenti poste durante gli incontri di rete

 
D1. Per quanto riguarda il sistema di protezione dei dati in merito alla riservatezza quale strategie pensate di mettere in atto?
R1.
  • Tutte le transazioni dati avvengono in modalità sicura https, ftp-ssl
  • politica di accesso con nome utente-password (in lettura) + autenticazione con OTP (in scrittur
  • storaggio criptato con algoritmo Kant per i dati sensibili (IRC si/no e dati PH, DSA, ADHD)
D2a. Puoi descrivere anche sommariamente le caratteristiche del piano di salvataggio dei dati?
R2a.
  • Il servizio di copia e trasferimento remoto a fini di backup e restore dei dati, immagine dei sistemi e applicazioni avviene per:
  • trasferimento sui supporti di backup fisici, relativa conservazione e possibilità di riconsegna
  • replica via rete del contenuto dei dischi sui server mirror (applicativi e db)
  • I piani DR e CO sono sottoposti al parere dell'Agenzia Digitale
D2b.Confermi che il sistema sarà ospitato su server web (Aruba o simili)?
R2b.
  • Sistema Cloud ridondato su Data Center territorialmente separati.
D3. La gestione dell'archivio nel tempo prevede che siano salvate anche le versioni dei programmi necessari per la lettura dei dati? Come saranno protetti tali dati dalla possibilità di falsificazione e/o cancellazione (per esempio le schede di valutazione o i registri personali che possono essere richiesti dall'autorità giudiziaria in caso di contestazione e che rappresentano elemento indispensabile per la tutela del docente e del dirigente scolastico)?
R3.La gestione degli archivi prevede un meccanismo di questo tipo:
  • a fine anno scolastico vengono congelati i DB di ogni scuola
  • vengono create due copie e ne viene ricavata l'impronta SHA 256;
  • una di queste due copie non verrà mai consultata per non violare l'integrità dell'impronta digitale (conservata insieme al db stesso - come saprai il problema dell'impronta digitale sui db è che ad ogni consultazione anche di sola lettura il file viene modificato e così la sua impronta digitale) l'altra copia verrà utilizzata come archivio di consultazione.
  • in caso di controversia verrà fatta una copia dal DB originale (quello mai consultato) ed estratti i dati di interesse saranno confrontati con i dati del DB di consultazione
D4. Nella tua presentazione hai chiarito come i singoli istituti dovranno contribuire economicamente all'acquisto dell'hardware necessario al funzionamento del sistema. Tale spesa, valutata sulla base della dotazione esistente, sarà necessaria solo per l'avvio del progetto (una tantum). E' prevista anche una quota iniziale per contribuire alle spese di avvio del sistema (progettazione, realizzazione del sistema, acquisto dello spazio web, spese di segreteria della scuola capofila, ...). In parole povere, chi paga il lavoro necessario per far partire tutto?
R4. Per quanto riguarda i costi e le voci di spesa mi preme chiarire due punti:
  • una delle finalità primarie della rete è reperire fondi da enti vari proprio per non gravare sui bilanci delle scuole. Se tutto andrà bene le scuole non tireranno fuori un euro (almeno per lo StartUP).
  • Le eventuali spese a cui si accennava sono da ritenersi come anticipi di spese improcrastinabili visti i vincoli temporali molto stringenti (l'inizio del prossimo anno scolastico) ed eventuali interventi sulla rete telematica dei singoli istituti andranno comunque fatti con tempistiche probabilmente non compatibili con la disponibilità reale degli eventuali finanziamenti.
D5. I costi di gestione ordinaria sono stati valutati nell'ordine di 2800 euro l'anno. Cosa comprendono esattamente?
R5. I costi di gestione ordinaria (da 2000 a 2800 euro l'anno per istituto) comprendono:
  • i costi connettività ( ?250 - ?450) per ogni plesso dell'istituto (variabile a secondo del numero di plessi)
  • i costi dell' infrastruttura esterna (Cloud + Certificati + Service Backup), (?250-400) dipende dal numero delle scuole che parteciperanno effettivamente alla rete
  • help desk , ? 80-150
  • richiami formativi sui nuovi docenti ( ? 200, dipende dal numero dei docenti da formare e dalla disponibilità di eventuali formatori interni all'istituto)
  • manutenzione ordinaria e straordinaria di hardware e periferiche (mediamente ?700 pari a circa 5% del valore delle dotazioni)
D6. Per gli acquisti iniziali saranno effettuate gare separate? Sarà quindi possibile rivolgersi a voi solo per alcuni acquisti secondo le nostre necessità? Una volta verificata la necessità di acquisto di un determinato strumento o servizio, nel caso in cui fossimo in grado di ottenere un prezzo migliore o un servizio più completo (per esempio tramite genitori degli alunni), siamo comunque vincolati ad acquistare tramite il canale di acquisto della rete? Questo naturalmente nel caso in cui l'economia non possa essere trasferita all'intera rete(quando per esempio si tratta di un favore che un genitore fa alla scuola, magari rinunciando ad un suo guadagno).
R6.
  • Per gli acquisti Ciò sarà senz'altro possibile nel caso in cui non venga compromessa la massa critica che consente l'abbattimento dei costi per gli altri Istituti.
D7. Ho una certa difficoltà ad aprire la versione demo di ROL rosso e verde con Mozilla Firefox. Deve essere utilizzata solo con IE? In futuro ci sarà anche questa limitazione?
R7.
  • Per quanto riguarda le versioni demo rossa e verde, sono applicazioni desktop che, nella versione demo, IE riesce a far girare senza installazione. Questo è il motivo per il quale attualmente vengono lanciate solo da IE.